Capitol-Building---Washington-DC

ESTA | Electronic System for Travel Authorization

Il programma USA ESTA per viaggiare negli Stati Uniti

Per molti anni, i visitatori provenienti da alcuni paesi stranieri hanno potuto visitare l’America senza visto sul passaporto.

Dal 1998 il “Visa Waiver Program” (VWP) ha permesso l’ingresso senza bisogno di visto ai visitatori provenienti da molti paesi in viaggio negli Stati Uniti, sia per affari che per Turismo, con soggiorni inferiori ai 90 giorni.

Nel 2015, più di 69 milioni di visitatori provenienti da paesi VWP sono arrivati negli Stati Uniti.

Dal 12 gennaio 2009, il nuovo Programma ESTA (Electronic System for Travel Authorization) degli Stati Uniti d’America richiede ai viaggiatori che raggiungono gli USA per via aerea o via marittima, il completamento di un modulo di autorizzazione “on-line” prima di entrare sul suolo americano ( Sistema Elettronico di autorizzazione al viaggio).

Ciò è stato implementato per monitorare i rischi per la sicurezza negli USA.

Il governo richiede una registrazione almeno 72 ore prima della partenza, ma è possibile riempire il modulo anche all’ultimo minuto prima della partenza.

Un’autorizzazione di viaggio è valida per 2 anni e per più viaggi.

Qui di seguito troverete risposte alle domande più frequenti (FAQs):

Quali Sono i paesi facenti parte del Programma di Viaggio senza Visto per gli Stati Uniti d’America?

Andorra, Austria, Australia, Belgio, Brunei, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Ungheria, Islanda, Irlanda, Italia, Giappone, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Monaco, Paesi Bassi, Nuova Zelanda , Norvegia, Portogallo, San Marino, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Corea del Sud, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito.

Dove posso richiedere un’autorizzazione per il viaggio?

C’è un sito web gestito dal governo degli Stati Uniti, dove è possibile collegarsi per la registrazione: www.application-esta.us.

Le informazioni registrate saranno oggetto di verifica e poi approvate o negate.

Non è possibile presentare le richieste in un’ambasciata USA del proprio paese o dopo l’arrivo in un aeroporto degli Stati Uniti.

Non appena il viaggiatori di un paese VWP pianifica una visita negli Stati Uniti, questo è bene che richieda un’autorizzazione di viaggio tramite il sito web.

Se il candidato dovessero cambiare il proprio indirizzo o itinerario di destinazione dopo aver ricevuto l’autorizzazione a viaggiare, non è tenuto ad aggiornare tali informazioni sull’ Esta esistente.

L’ESTA garantisce l’ingresso negli Stati Uniti?

L’autorizzazione di viaggio permette al viaggiatore soltanto di abbordare il volo di una compagnia aerea o il passaggio marittimo per recarsi negli Stati Uniti nell’ambito del Visa Waiver Program.

Dopo il loro arrivo, ai viaggiatori che hanno ottenuto un’autorizzazione di viaggio può ancora essere negato l’ingresso (o “ammissione”) in un porto di entrata statunitense, o in un aeroporto americano.

Un Documenti di viaggio approvato non dà la garanzia di accesso sul suolo americano. In tutti i casi, saranno i funzionari aeroportuali a decidere, in ultima analisi, sull’accesso o meno di un viaggiatore straniero negli Stati Uniti.

Ai viaggiatori che non ricevono l’approvazione al viaggio sarà essere negato l’imbarco dalle stesse compagnie aeree.

Posso cambiare il mio itinerario di viaggio?

Ѐ possibile modificare un percorso di un visto ESTA esistente. Infatti il sistema è stato progettato in modo da poter aggiornare alcune informazioni in qualsiasi momento.

Che cosa succede se ho già un visto turistico B1 / B2?

Mentre l’autorizzazione al viaggio è disponibile direttamente on-line, alcuni visti richiedono un colloquio presso l’ambasciata americana con un agente consolare.

Bisogna tenere a mente che il documento ESTA non è in alcun modo sostitutiva di un visto per gli Stati Uniti d’America.

Infine, se si possiede già un visto non è necessario richiedere un ulteriore permesso di viaggio.

Ѐ possibile richiedere una  nuova autorizzazione ESTA qualora questa sia già stata rifiutata?

Sì, ma è necessario attendere almeno 10 giorni di tempo per presentare una nuova domanda.

Ѐ importantissimo notare che a meno di una modifica sostanziale delle condizioni del candidato, una nuova applicazione non cambierà il risultato di diniego.

Si ricorda che una domanda di autorizzazione al viaggio falsificata può causare il divieto per uno straniero ad entrare nel territorio degli US per i prossimi 10 anni.

Che cosa succede se mi viene rifiutata un’autorizzazione ESTA al viaggio, posso apportare modifiche?

Ci sono tre tipi di risposte a una richiesta dopo che questa viene inoltrata:

  • Approvata,
  • In corso di verifica / Pending
  • o viaggio non autorizzato.
  • I candidati che ricevono una risposta ” Pending – in corso di verifica” devono consultare il sito nelle 72 ore successive.
  • I candidati che hanno avuto negato il documento dovranno recarsi presso un ‘ambasciata degli Stati Uniti e richiedere un visto non immigrante, come può essere ad esempio un visto B1 / B2.
    Questo processo può richiedere però mesi.

Un viaggiatore può scoprire il motivo del rifiuto di una ESTA?

L’US Department of Homeland Security ha affermato che i viaggiatori possono fare domanda al DHS di risarcimento del viaggio (DHS TRIP dhs.gov), ma non vi è alcuna garanzia di una risposta precisa su tale rifiuto.

Ambasciate e Consolati degli Stati Uniti non sono obbligati a fornire informazioni su la negazione del viaggio o risolvere tale rifiuto.

Che cosa succede se ho precedenti penali?

I candidati che siano stati arrestati e / o condannati in genere non sono ammissibili per il VWP e probabilmente devono richiedere un visto ufficiale, come un visto B1 / B2.

Se un viaggiatore straniero è stato espulso dagli Stati Uniti, avrà bisogno di visitare un funzionario Visa USA per richiedere un visto.

Ci sono altri paesi che hanno un programma simile?

L’Australia ha un programma chiamato Electronic Travel Authority (ETA), che richiede ai viaggiatori di presentare una domanda elettronica ETA attraverso un sito web per ricevere l’autorizzazione a visitare la nazione.

Le compagnie aeree possono rifiutare passeggeri che non hanno un ETA approvata o che siano in possesso di un visto di ingresso per l’Australia.

Quanto tempo vengono memorizzati i moduli ESTA? Chi può accedervi?

Le autorizzazioni sono valida per due anni o fino a quando il passaporto del viaggiatore scada.

Il governo degli Stati Uniti mantiene queste informazioni per circa 15 anni per consentire l’applicazione della legge o l’accesso a qualsiasi indagine.

Le informazioni fornite possono anche essere condivise con qualsiasi agenzia del governo degli Stati Uniti.

Quali informazioni ricevono le compagnie aeree?

Le compagnie aeree riceveranno una conferma se l’autorizzazione ESTA è stata concessa ad un viaggiatore facente parte del Visa Waiver Program, o meno.

Si raccomanda ai viaggiatori di stampare l’approvazione e tenerla con i propri documenti di viaggio (biglietto aereo, passaporto, etc.).

E per i bambini?

I bambini accompagnati o no, a prescindere dall’età, devono ottenere anch’essi un’autorizzazione di viaggio.

Che cosa succede se è stato fatto un errore sulla richiesta online?

Il sito web chiederà ai candidati di verificare il proprio modulo di domanda prima che questo venga inoltrato definitivamente.

Inoltre, vi è la possibilità di un aggiornamento per informazioni base come l’indirizzo email, numero di telefono o informazioni sui voli.

Se il richiedente ha commesso un errore che non possa essere “aggiornato”, egli deve inoltrate un nuovo modulo ESTA.

Che cosa succede se negli Stati Uniti io ho solo un volo di connessione verso una destinazione terza?

Tutti i visitatori sotto il programma di viaggio in esenzione dal visto, anche se in transito / sosta, che hanno quindi negli Stati Uniti un volo di collegamento verso una destinazione diversa dagli USA, anch’essi sono tenuti ad ottenere approvazione al viaggio o essere in possesso di un visto USA rilasciato da un’ambasciata degli Stati Uniti..

Se un viaggiatore intende fermarsi negli Stati Uniti prima di procedere in un altro paese, sul modulo online deve inserire le parole “in transito” come sua destinazione finale.

In poche parole, ogni volo che arriva negli USA passa attraverso immigrazione e dogana prima di qualsiasi altra operazione, incluso il recarsi all’uscita di un volo terzo di connessione.

Altre questioni relative alla richiesta di autorizzazione al viaggio?

Il viaggiatore deve fornire (preferibilmente in inglese) i seguenti dati personali:

  • Nome e Cognome,
  • sesso,
  • data di nascita,
  • paese di cittadinanza,
  • paese di residenza,
  • indirizzo e-mail,
  • numero di telefono,
  • le informazioni del passaporto,
  • indirizzo di destinazione negli Stati Uniti,
  • informazioni turistiche (tour operator …),
  • così come risposte a specifiche domande riguardanti malattie trasmissibili (ulcera molle, gonorrea, granuloma inguinale, l’HIV, la lebbra, linfogranuloma venereo, la sifilide [attiva], la tubercolosi [attiva], e altri),
  • la salute fisica o mentale,
  • droga, problemi di droga, arresti,
  • condanne, storia di cancellazione o di rifiuto del visto di USA e precedenti espulsioni dagli Stati Uniti.
  • Verrà anche richiesto al passeggero se è in cerca di lavoro negli Stati Uniti, o se si è già cercato di ottenere un visto contraffatto o manipolato.

Devo scegliere se “lavoro” o “turismo”?

I viaggiatori stranieri saranno intervistati da agenti governativi nel primo aeroporto degli Stati Uniti in cui atterreranno. L’agente potrà chiedere chiarimenti sul viaggio stesso, e se qualcosa va storto, l’intervista potrà durare fino a quattro ore, come parte di una “ispezione secondaria”.

L’ufficiale può chiedere al viaggiatore “per quale motivo sia negli Stati Uniti? ” più volte per cercare di ottenere la ” vera risposta “.

Se il viaggiatore è registrato come un “turista”, ad egli non sarà consentito:

  • lavorare,
  • rivendicare un incontro con avvocati,
  • o aprire un conto corrente bancario,
  • o incontrare agenti immobiliari,
  • o qualsiasi altra attività di consulenza aziendale.

Anche se il viaggiatore è solamente coinvolto in un incontro di lavoro in America, sarà richiesto di segnalare quando entra nel paese come un visitatore d’affari.

  • Al visitatore in business è consentito di partecipare alle attività turistiche,ma
  • al visitatore turista non è consentito di partecipare alle attività commerciali.

Una volta atterrato, cosa possono chiedermi i funzionari all’aeroporto?

Gli ufficiali dell’aeroporto potranno chiedere:

  • Prova di residenza all’estero del il viaggiatore,
  • se la sua intenzione è quella di lasciare gli USA alla fine della visita,
  • se il viaggiatore ha un lavoro (lettera, busta paga, biglietto da visita)
  • e una famiglia nel proprio paese di origine, (certificato di matrimonio, certificato di nascita dei bambini),
  • e se il viaggiatore ha il denaro necessario per recarsi in America (estratti conto bancari o carte di credito).
  • Gli ufficiali dell’aeroporto sono inoltre tenuti a chiedere dove il viaggiatore risiederà in America (prenotazioni alberghiere, amici o l’indirizzo dei genitori)
  • e può richiedere i numeri di telefono per controllare tutte le informazioni riportate sopra.

Posso essere perquisito in un aeroporto degli Stati Uniti? Ho diritto ad una rappresentanza legale?

Tutti i bagagli (borse, anche bloccate) possono essere perquisite così come lo stesso corpo del viaggiatore.

Il contenuto di telefoni cellulari (messaggi di testo e numeri di telefono) ed apparecchi portatili (hard disk …) possono anche essere controllati.

La polizia può cercare su Google il nome di un viaggiatore e controllare le sue pagine di Facebook, Instagram, LinkedIn ed altri Social Media.

Al viaggiatore non è consentito di essere rappresentato da un avvocato o anche solo di chiamare il proprio avvocato.

Visite al bagno, bevande e cibo possono essere limitate durante l’ispezione secondaria, quindi è meglio prepararsi per una simile occasione.

Devo ancora passare attraverso il programma “US-VISIT” presso l’aeroporto degli Stati Uniti?

I viaggiatori stranieri in arrivo negli aeroporti e porti marittimi degli Stati Uniti devono essere fotografati e ricevere una scansione delle impronte digitali ogni volta che entrano negli Stati Uniti.

A chi posso chiedere aiuto per compilare la richiesta online?

Il viaggiatore straniero può chiedere l’assistenza di un avvocato d’immigrazione americana, o un membro della American Immigration Lawyers Association (AILA).
È anche possibile semplicemente affidarsi ad un sito privato che offra assistenza nella compilazione della richiesta con un costo aggiuntivo.

Se mi è stata negata l’autorizzazione al viaggio ESTA, posso ottenere un visto presso l’Ambasciata degli Stati Uniti?

Quando la richiesta viene rifiutata, il viaggiatore straniero deve fissare un appuntamento presso un’ambasciata degli Stati Uniti del suo paese di origine per richiedere un visto.

Non esistono procedure accelerate per coloro che hanno avuto negato online il viaggio.

Poiché L’ambasciata degli Stati Uniti appartiene al Dipartimento di Stato, e non al Dipartimento di sicurezza nazionale (DHS), è impossibile conoscere le motivazioni del rifiuto dell’autorizzazione presso l’Ambasciata degli Stati Uniti, né l’impatto sui viaggi a venire in America.

I pubblici ministeri di immigrazione degli Stati Uniti sono in stretto contatto con i loro omologhi stranieri per condividere le informazioni relative al rifiuto dal gennaio 2009.

Attualmente non esistono politiche del governo che disciplinano la materia della legge, o l’opportunità di appello ad una negazione.

Quando è necessaria una nuova autorizzazione?

Una nuova autorizzazione ESTA è necessaria se:

  1. E’ stato emesso al viaggiatore un nuovo passaporto.
  2. Il viaggiatore cambia il proprio nome.
  3. Modifiche di cittadinanza del viaggiatore.
  4. Altre circostanze (nuovo arresto, la criminalità …).

Può un avvocato di immigrazione degli Stati Uniti, un agente di viaggio o il datore di lavoro compilare la domanda ESTA?

Una terza persona, come:

  • un agente di viaggio
  • o un dipendente della immigrazione americano
  • o Aiuto terzo online

è autorizzato a presentare una domanda online per conto di un viaggiatore VWP.

Bisogna essere consapevoli del fatto che il viaggiatore è ancora responsabile per legge delle risposte presentate per suo conto da un terzo.

Più di 68 000 000 passeggeri si sono già iscritti volontariamente utilizzando il sistema on-line negli ultimi mesi.

Prima della registrazione ESTA, è necessario assicurarsi che si disponga di un passaporto elettronico o biometrico (Dal 2017 in realtà, per i viaggiatori italiani sarà accettato solo il passaporto elettronico, contraddistinto dal simbolo simbolo-sulla-copertina  sulla copertina).